Stai agendo meccanicamente?

Se stai leggendo questo post, forse c’è un messaggio per te… leggi fino in fondo
La maggior della gente non vive una vita consapevole, anzi, vive meccanicamente con pensieri meccanici (che di solito appartengono a qualcun altro), con emozioni meccaniche, automatismi e reazioni varie… TUTTO AUTOMATICO… MECCANICO!

Ti mostro quanto potresti esserlo inconsapevolmente…
Pensa a quando qualcuno ti dice: “ che bell’abito che hai indossato!”
Sentirlo dire ti fa piacere, ti fa sentire gratificato e, magari, ti fa anche sorridere…
Ti rendi conto? Ti senti orgoglios* di te per un abito!
Stessa cosa succede in tantissimi altri ambiti… pensa a quando ti dicono: “ che bel posto quello in cui vivi!” e ti senti soddisfatto…oppure “questa zona fa schifo!” e ci rimani male…
Ma di cosa?
Mica l’hai creata tu quella zona?!
Ci pensi mai?
Eppure, ti identifichi con essa…
Oppure, ti fanno un complimento: “che bella persona che sei!” e subito si attiva l’orgoglio e la soddisfazione di aver passato quell’immagine di te!
IMMAGINE! Si… parliamo di immagini! Vogliamo essere l’immagine che, secondo il nostro ideale di mondo, sarebbe giusto mostrare perchè ci fa sentire bene! E su quell’immagine si attivano tutta una serie di automatismi emozionali!
Se qualcuno afferma di te qualcosa in linea all’immagine che vuoi dare:
scatta la gioia, la soddisfazione, l’orgoglio!
Se qualcuno afferma di te qualcosa di diverso e non in linea all’immagine che vuoi dare:
scattano tutta una serie di emozioni pesanti che variano dalla amarezza alla rabbia…
Le persone non si rendono conto che basano il loro sentire sulla “lista della spesa” altrui!

Si! Hai letto bene! La lista della spesa!
Tutti hanno la lista della spesa:
“Le persone mi piacciono alte… capelli scuri… spirituali (?)… belle… simpatiche…in base al mio standard”
In base a quella lista, ti faranno delle critiche o delle lodi… e, in base a quale tasto premeranno tu ti sentirai felice o triste…

Ti rendi conto dove andiamo a finire quando siamo incastrati con gli automatismi, ovvero quando non si è presenti a sè stessi?

Basta che qualcuno dica qualcosa, in base alla sua lista della spesa, e tu ti identifichi con quell’immagine distorta che non corrisponde all’immagine che vuoi dare di te e BOOOOOMMM!!! crolli nel dolore!
Tutto questo perché DORMI la vita… perché non sei SVEGLIO!
Lascia che ti dica una cosa:
Se consenti a te stesso di sentirti bene quando la gente ti dice che per lei sei OK e ti senti male quando la gente ti dice che NON SEI OK, SEI CONTROLLATO … SEI IN PRIGIONE… VIVI MECCANICAMENTE.

Chiami UMANO vivere per soddisfare le aspettative degli altri, per sentirti riconosciuto da essi in base alla LORO lista della spesa che corrisponde o meno alla tua?
Quando smetti di vivere ADDORMENTATO e ti RISVEGLI, iniziando ad osservare te stesso e il modo in cui ti senti in merito a certe cose, potresti rimanere INORRIDIT*…
È un bene, inorridire perché attraverso questa emozione, finalmente, ti accorgi delle dinamiche meccaniche che fino ad oggi hai messo in moto e puoi darti l’opportunità di dare una direzione alla tua vita…. Quella dello stato di VEGLIA.

NON SEI NE’ OK NE’ NON OK. SEI TU E BASTA!

BASTA CON I GIUDIZI, anche quello verso te stesso!
Osserva le dinamiche… guarda… impara…
Allora inizierai a svegliarti ogni giorno di più!

💞 Con Amore e Gratitudine 💞

Maria Rayka

(Visited 14 times, 1 visits today)

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *